• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confesercenti Pesaro Urbino

venerdì
ott  18 


 

 

 

 

Home NOTIZIE News - Ultime dalla Redazione Fano - Arredo urbano di piazza XX Settembre: Confesercenti critica nei confronti della Soprintendenza
Fano - Arredo urbano di piazza XX Settembre: Confesercenti critica nei confronti della Soprintendenza PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Martedì 13 Agosto 2013 00:00
Ilva Sartini:“Tempistica sbagliata, se ne ridiscuta in inverno. Gli operatori ora hanno bisogno di lavorare”

“Non si prendano decisioni che vanno a discapito degli operatori” –così Ilva Sartini direttore Confesercenti di Fano, interviene sul parere negativo espresso della Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici in merito agli arredi urbani di piazza XX Settembre.

“Sembra anche a noi –continua Sartini- che la Soprintendenza stia prendendo continuamente posizioni contrarie su tanti, troppi aspetti che riguardano la città di Fano, spesso intervenendo su situazioni che non riguardano direttamente la gestione dei monumenti cittadini, ma gli spazi aperti, dalla passeggiata del corso alla pubblica piazza. Posizioni che paiono, quindi, esagerate e, vista la tempistica, anche fuori luogo. Non si può, infatti, sollevare la questione dell’arredo urbano di piazza XX Settembre a pochi giorni da Ferragosto, per di più nel bel mezzo di una stagione difficile e di una crisi economica feroce, creando tra gli esercenti ulteriori motivi di preoccupazione e di incertezza”.

“Se si vuole ragionare di un progetto in grado di uniformare gli arredi cittadini, della piazza, del centro storico ed anche, lo auspichiamo, dei quartieri –prosegue Sartini- per migliorare il decoro urbano e permettere a cittadini turisti di godere al meglio degli spazi aperti, ben venga. Gli stessi operatori di piazza XX Settembre si sono già detti disponibili a farlo. Ma ci si metta intorno a un tavolo a bocce ferme, durante la stagione invernale e non si alzi un polverone proprio nel clou dell’estate.
In questo momento, per arrivare a riva, occorre remare tutti nella stessa direzione. Disperdere idee ed energie per metterci gli uni contro gli altri non ci porta da nessuna parte e, anzi, contribuisce a fomentare il disagio che tutti, in questo difficile momento di crisi economica e sociale, stiamo vivendo”.
Ultimo aggiornamento Martedì 13 Agosto 2013 09:10
 

MOTORE DI RICERCA

 57 visitatori online

I vantaggi per i soci Confesercenti

QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIE
Seguici su Facebook
da oggi puoi seguirci anche su Twitter

I Nostri Ristoranti

Festival Internazionale del Brodetto