• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confesercenti Pesaro Urbino

mercoledì
gen  23 


 

 

 

 

Home NOTIZIE News - Ultime dalla Redazione Montefeltro - San Sisto: golose novità per la 44° Festa del Fungo
Montefeltro - San Sisto: golose novità per la 44° Festa del Fungo PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Giovedì 15 Settembre 2011 00:00

Concorsi, convegni, escursioni e cene del bosco, ma anche la gustosa anteprima dei "Legumi del Montefeltro".

Si svolgerà dal 24 settembre al 2 ottobre prossimo la Festa del Fungo di San Sisto: un’iniziativa della Confesercenti di Pesaro e Urbino e dell’Associazione Mostra Micologica San Sisto organizzata con il patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Pesaro e Urbino, delle Comunità Montane del Montefeltro e dell’Alta Valmarecchia, del Comune di Piandimeleto, della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, dell’Ente Parco Sasso Simone e Simoncello.
La novità più sorprendente quest’anno sarà la possibilità di assaggiare in anteprima i Legumi del Montefeltro, in particolare i ceci e le lenticchie che da secoli vengono coltivati nel territorio feltresco e che possiedono caratteristiche organolettiche del tutto straordinarie, ma che fino ad oggi non sono mai arrivati sulle tavole del grande pubblico.
Attori non secondari di questa 44° edizione della Festa del Fungo saranno poi i dolci. Vi è d’obbligo, infatti, per gli avventori assaggiare l’antica ricetta della Nocciolata di San Sisto che gli organizzatori sono stati in  grado, dopo un lungo lavoro di ricerca e documentazione, di ricostruire. Consegnata, poi, nelle mani di un grande pasticcere essa diventa, quest’anno, uno dei simboli della Festa del Fungo andando a valorizzare ulteriormente un’offerta gastronomica di per sé già ricca.
Il parterre di novità si arricchisce inoltre di un appuntamento importante per gli appassionati di micologia: La sfida del Porcino, una serata durante la quale esperti micologi, in collaborazione con gli chef che partecipano alla manifestazione, spiegheranno le differenze tra fungo italiano e fungo d’importazione accompagnando la teoria con una degustazione ad hoc.

Alla 44° Festa del Fungo di San Sisto, con una promozione di menù completi a soli 20 €, partecipano, dal 17 settembre al 1 ottobre i ristoranti sotto indicati che presentano ricette esclusivamente a base di funghi e legumi:
- Ristorante LE CONTRADE - Via IV Novembre - Piandimeleto - tel. 0722.721797
- Ristorante DA EMILIO - Via G. Matteotti 1, San Sisto - Piandimeleto - tel. 0722.740223
- Ristorante LAGO VERDE - Via Soanne, Loc. Lago Andreuccio - Pennabilli - tel. 0541.915012
- Ristorante DA SILVANA - Via G.O. Falconieri n. 7, Carpegna - tel. 0722.77621
- Trattoria TADDEO E FEDERICO - Via Mancini n.4 - Sant’Angelo in Vado - tel. 0722.810101
- Locanda DEL TORRIONE - Via Montefeltresca n.193 - Pietrarubbia - tel. 0722.75387
- Ristorante VECCHIO MONTEFELTRO - Via Roma n. 52 - Carpegna - tel. 0722.77136

"Quella del fungo _ spiega Risiero Severi, dell’Associazione Mostra Micologica San Sisto _ è per il nostro territorio una tradizione gastronomica di enorme importanza. Non soltanto, infatti, con la Mostra Micologica e la Festa del Fungo si tenta da anni di salvaguardare una tipicità feltresca, ma le iniziative che coinvolgono il fungo sono anche un importante veicolo di marketing territoriale". "E’ proprio su questo concetto _ aggiunge Giorgio Bartolini, direttore Confesercenti del Montefeltro _ che si innesta anche il progetto “Compagnia del Montefeltro”, una sorta di marketing plan per la salvaguardia e l’implementazione della qualità turistica e produttiva del territorio, che verrà presentato durante il convegno “Progetto Montefeltro di qualità: lo stato dell’arte” proprio nei giorni della Festa del Fungo di San Sisto".

Durante la conferenza di presentazione della manifestazione è stato possibile assaggiare ricette del tutto nuove e prodotti tanto antichi quanto buoni. Il ristorante Cucina Dialettale di Rolando Ramoscelli ha proposto in anteprima la “Minestra di San Sisto” con legumi del Montefeltro e funghi che il panificio di Clara Brizzi - Pietrarubbia - ha voluto accompagnare con del pane cotto nel forno a pietra. Non potevano, ovviamente, mancare anche gli altri prodotti tipici del territorio come il prosciutto dop “San Leo”, offerto dal prosciuttificio Brendolan.

 

 

MOTORE DI RICERCA

 101 visitatori online

I vantaggi per i soci Confesercenti

QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIE
Seguici su Facebook
da oggi puoi seguirci anche su Twitter

I Nostri Ristoranti

Campagna associativa 2018

Festival Internazionale del Brodetto