• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confesercenti Pesaro Urbino

sabato
apr  20 


 

 

 

 

Home NOTIZIE News - Ultime dalla Redazione Fano - Lettera aperta al Sindaco Aguzzi
Fano - Lettera aperta al Sindaco Aguzzi PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Lunedì 23 Aprile 2012 00:00

Gentile Sindaco, con la presente siamo a chiedere chiarimenti relativi allo smaltimento dei fanghi provenienti dai futuri lavori di dragaggio del porto. Nonostante, infatti, Confesercenti sia convinta, insieme agli operatori, che i lavori nel porto debbano andare  con celerità a buon fine, non possiamo nascondere le nostre perplessità nei confronti del luogo scelto per lo smaltimento dei fanghi.

Gli operatori del turismo di Torrette, Pontesasso e Marotta di Fano sono seriamente preoccupati dell’impatto che il deposito dei fanghi nell’area dell’ex Fantasy Word avrà sul comparto turistico. Quell’area è, infatti, a ridosso delle spiagge e quanto meno non sarà un bello spettacolo per i turisti che d’estate affollano la zona. Il bacino Torrette – Pontesasso – Marotta è, infatti, il più frequentato, quello cioè che porta al comune i due terzi dell’afflusso turistico e, nonostante ciò, gli stessi operatori lamentano da tempo di sentirsi “figli di un Dio minore”. Un esempio: delle nuove sei farmacie che verranno aperte, a seguito della liberalizzazione del Governo Monti, sul territorio fanese, nessuna – dicono  sarà assegnata alla zona a sud del Metauro che, soprattutto nei periodi di maggior afflusso, ne avrebbe estremo bisogno. Perchè, allora, non ascoltarli neppure quando chiedono un servizio a costo pubblico zero?

Bruno Rapa, portavoce di tutti gli operatori che lavorano in quel territorio, dice: “il Comune possiede oltre 1.000 ettari di terreni agricoli in altre zone più interne e dunque  non proprio adiacenti alle spiagge: ci si sforzi di individuare, fra queste, l’area in cui depositare i fanghi. Perché portarli in un terreno sulla costa, che potrebbe essere meglio utilizzato per infrastrutture utili al turismo?”.
Una risposta vaga alle richieste degli albergatori – questi affermano - c’è stata, ma ha sollevato più dubbi di quanti non ne abbia fugati. E’ vero che questi fanghi possono essere depositati soltanto in terreni che da piano regolatore risultino edificabili e non agricoli e anche che non è possibile utilizzarli per ripascere i lidi sabbiosi? che cosa significa questo? Forse che esiste un pericolo, per quanto piccolo, di sostanze inquinanti dato che l’Arpam ha fatto indagini soltanto fino ad un metro e mezzo di profondità?
Inoltre i fanghi di risulta del porto, nell’immediato, non sono classificabili come rifiuti e, dunque, non possono essere trasferiti nella discarica di Monteschiantello. Però diventano “rifiuti” dopo appena un anno e questo dà luogo ad un paradosso: dopo appena un anno, il Comune sarà costretto a spendere altri soldi per trasferire in massa i fanghi a Monteschiantello oppure il sito dove finiranno i fanghi nel corso di un anno si trasformerà da area edificabile a discarica?

Confesercenti, a nome degli operatori del territorio di Torrette – Pontesasso e Marotta di Fano, Le chiede, dunque, la possibilità di aprire una discussione diretta, di incontrarsi e parlarne insieme, di avere risposte certe che possano sopire i dubbi o di cercare delle soluzioni di concerto, soluzioni  che non vadano a penalizzare ancora di più un territorio ed un comparto già stressati dalla crisi e da carenze di servizi e politiche di un passato non solo recente.
Per questo, siamo a chiederle urgentemente di fissare un incontro, utile a spiegare in maniera più approfondita il senso delle perplessità e ad ottenere risposte documentate ed esaurienti. Certi che, come anche in recenti occasioni dimostrato, la sua capacità di ascoltare ed individuare soluzioni di buon senso, permetterà di trovare un luogo adatto allo smaltimento lontano dalla costa, Le porgiamo  distinti saluti

Confesercenti Fano

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Aprile 2012 11:12
 

MOTORE DI RICERCA

 58 visitatori online

I vantaggi per i soci Confesercenti

QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIE
Seguici su Facebook
da oggi puoi seguirci anche su Twitter

I Nostri Ristoranti

Campagna associativa 2018

Festival Internazionale del Brodetto