• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confesercenti Pesaro Urbino

martedì
mar  19 


 

 

 

 

Home NOTIZIE News - Ultime dalla Redazione Regione Marche - Lettera aperta ai Prefetti delle Marche e al Presidente Anci Marche
Regione Marche - Lettera aperta ai Prefetti delle Marche e al Presidente Anci Marche PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Giovedì 19 Luglio 2012 00:00
Pubblichiamo di seguito la lettera aperta a firma del direttore Confesercenti delle Marche Ilva Sartini (foto), inviata ai Prefetti della Regione e al Presidente Anci Marche in materia di abusivismo nei settori del commercio e della ristorazione:
 
 
 
Egregi  Signori Prefetti,
Egregio  Signor Presidente ANCI,

con la presente, intendiamo richiamare la Vostra attenzione su un problema sempre più diffuso nel nostro territorio, un problema che mette a serio rischio il futuro di molte imprese e di centinaia di posti di lavoro: la piaga dell’abusivismo.
Una piaga che colpisce, in particolar modo, il settore della somministrazione di alimenti e bevande, attraverso quel movimento di ristorazione e di intrattenimento che si sviluppa intorno a sagre enogastronomiche, feste e catering organizzati da privati, circoli ricreativi, club anziani ecc., che spesso si trasforma da attività di accoglienza e svago in vera e propria attività commerciale; naturalmente non è nostra intenzione contrastare attività di carattere culturale o sociale, ma la somministrazione o l’intrattenimento destinati al pubblico, con modalità di funzionamento molto meno onerosi rispetto a quelle imposte ai Pubblici Esercizi ed ai locali autorizzati per il pubblico spettacolo.
Piaga che colpisce anche il commercio attraverso la moltitudine di ambulanti abusivi che, controllati spesso dalla criminalità organizzata, realizzano una concorrenza sleale incredibilmente dannosa per gli operatori del commercio, sia fissi che ambulanti.
Da tempo Confesercenti denuncia tale situazione, chiedendo controlli stringenti da parte delle autorità preposte. In tal senso, diamo atto alle forze dell’ordine per l’impegno profuso nel contrastare il problema, ma evidentemente quello che è stato fatto non è ancora sufficiente a sconfiggere il fenomeno.
L’abusivismo nel settore della ristorazione, inoltre, ha fatto registrare negli ultimi anni una vera e propria ‘escalation’, generando, da una parte, fenomeni di concorrenza sleale contro chi lavora nel rispetto della legge e, dall’altra, aprendo un problema concreto sul fronte della sicurezza, intesa come garanzia del rispetto della normativa igienico - sanitaria e della sicurezza delle persone, in particolar modo dei giovani, in relazione al controllo del consumo di bevande alcoliche.
Per quello che riguarda il commercio, l’Anva – Confesercenti (il nostro sindacato di settore del commercio su aree pubbliche) denuncia da tempo il pericolo nascosto dietro l’abusivismo che non è soltanto quello della concorrenza sleale ma, come vuole la cronaca, presenta anche gravi rischi per la salute del consumatore in ordine alla qualità scarsissima dei prodotti che sono nella grande maggioranza contraffatti. Per questo chiediamo alle Prefetture e alle Amministrazioni locali attraverso la loro Associazione, secondo quanto di competenza, di mettere in atto un’azione di controllo, prevenzione e repressione delle attività abusive, ancora più incisiva, sia nell’ambito della ristorazione che in quello del commercio.
Certi di poter contare sulla Vostra sensibilità, porgiamo i più distinti saluti.

Il direttore Confesercenti Marche
Ilva Sartini
 
 
Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Luglio 2012 11:16
 

MOTORE DI RICERCA

 111 visitatori online

I vantaggi per i soci Confesercenti

QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIE
Seguici su Facebook
da oggi puoi seguirci anche su Twitter

I Nostri Ristoranti

Campagna associativa 2018

Festival Internazionale del Brodetto