• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confesercenti Pesaro Urbino

martedì
mar  19 


 

 

 

 

Home NOTIZIE News - Ultime dalla Redazione Fano - Al via gli incontri del direttivo Confesercenti Fano con i candidati sindaco
Fano - Al via gli incontri del direttivo Confesercenti Fano con i candidati sindaco PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Venerdì 18 Aprile 2014 00:00

E’ in pieno svolgimento il calendario di incontri promossi da Confesercenti Fano con i candidati a sindaco della città: “Abbiamo scelto di confrontarci individualmente con i candidati per puntare l’attenzione su questioni pratiche –spiega il direttore Confesercenti Fano Tiziano Pettinelli- relative, in particolare ai comparti del commercio e del turismo, che più interessano le categorie da noi rappresentate. Questo tipo di approccio è stato apprezzato da tutti, candidati e operatori, che lo hanno giudicato un modo corretto e produttivo di affrontare i problemi della città”.

“Abbiamo già incontrato i candidati Luca Rodolfo Paolini (Lega Nord) e Daniele Sanchioni (Lista Civica Prima Fano) –afferma Pier Stefano Fiorelli presidente Confesercenti di Fano- che si sono mostrati attenti alle problematiche della città, e disponibili a rispondere alle domande degli operatori, relative, in particolare, ai settori della burocrazia e delle politiche turistiche. Entrambi i candidati ci hanno dato il loro contributo in termini di programmazione e di idee, per gran parte condivise dall’assemblea. Nelle prossime settimane approfondiremo anche con gli altri candidati le tematiche relative al turismo e al commercio”.

Oggetto degli incontri, un documento programmatico redatto dal direttivo Confesercenti Fano con le proposte avanzate dall’associazione: “Gli interventi prioritari che chiediamo alla nuova Amministrazione sono la costituzione di una Consulta del Turismo e una del Commercio, rappresentative di tutti coloro che operano nei rispettivi settori –aggiunge Fiorelli- una programmazione pluriennale basata su un’idea di turismo sostenibile e l’abolizione della tassa di soggiorno, assolutamente inutile così com’è impostata. Chiediamo poi garanzie sulla salvaguardia del centro storico, sulla riqualificazione dei centri commerciali di quartiere e sul blocco di nuova grande distribuzione nel territorio, che metterebbe ulteriormente a rischio le attività esistenti. Infine, occorre rivedere la fiscalità locale che deve favorire chi investe, crea occupazione e rende disponibile beni e servizi a chi fa impresa”.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Aprile 2014 12:20
 

MOTORE DI RICERCA

 28 visitatori online

I vantaggi per i soci Confesercenti

QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIE
Seguici su Facebook
da oggi puoi seguirci anche su Twitter

I Nostri Ristoranti

Campagna associativa 2018

Festival Internazionale del Brodetto