• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Confesercenti Pesaro Urbino

martedì
mar  26 


 

 

 

 

Home NOTIZIE News - Ultime dalla Redazione Urbino - Apertura di due nuove attività in centro storico
Urbino - Apertura di due nuove attività in centro storico PDF Stampa E-mail
Scritto da La Redazione   
Martedì 20 Dicembre 2016 00:00

(Dal periodico di Confesercenti Trend - n.3/dicembre 2016)

“In periodi ancora non facili per il piccolo commercio, un’iniezione di fiducia arriva dalla città di Urbino dove tornano ad illuminarsi vetrine importanti del centro storico, con l’apertura di esercizi commerciali di qualità e di pregio” così il direttore provinciale Confesercenti Roberto Borgiani, commenta l’inaugurazione di due nuovi negozi nel cuore della città ducale: la libreria ‘Montefeltro Libri’ e l’associazione per l’artigianato ‘Guado di Urbino’.

“Un segnale positivo non soltanto per l’economia locale –continua Borgiani- ma anche per la socialità e la vivibilità del centro storico: una città viva e frequentata è una città più sicura. Parliamo, inoltre, di esercizi di valore, nei quali l’acquisto, ma anche la semplice frequentazione del negozio, è un’esperienza piacevole, per la bellezza dei locali e per quel particolare rapporto di familiarità e di fiducia che si instaura tra il consumatore e il commerciante, valore aggiunto dei negozi di vicinato”.

Sale dagli splendidi soffitti a cassettoni caratterizzano la libreria ‘Montefeltro Libri’ (foto a sinistra), che dal cortile del Collegio del Palazzo Raffaello si è appena trasferita nei locali di piazza della Repubblica: “Abbiamo recuperato un angolo della piazza prima, da un punto di vista commerciale, poco valorizzata –spiega il titolare Giorgio Ubaldi- scegliendo di acquisire una maggiore visibilità”.
Già nelle prime settimane di apertura è ottimo il riscontro da parte della clientela che mostra di apprezzare l’ampia scelta di titoli ed autori: “Nei 120 metri quadri della libreria diamo spazio a tutti i settori, compresi ovviamente i testi universitari –continua Ubaldi- cercando inoltre di farci promotori di iniziative culturali e di aggregazione: a gennaio abbiamo in programma un incontro con Paolo Cognetti dedicato, in particolare, al suo libro ‘Le otto montagne”.

In via Mazzini 50 si sono da poco illuminate le vetrine del ‘Guado Urbino’ (foto a sinistra), associazione per l’artigianato che prende il nome da un antico pigmento, il ‘Guado’ appunto, in uso in Europa fino al XVII secolo ed ora impiegato nuovamente per tingere del suo caratteristico colore blu tessuti e filati, ma anche cornici in legno e saponi, tutti prodotti realizzati da artigiani locali, in vendita all’interno dell’esercizio. “Una pianta tintoria che costituiva per il Montefeltro una vera e propria risorsa economica tanto da essere definita ‘oro blu’ –spiega la titolare Alessandra Ubaldi- e che per noi riveste un importante valore simbolico: quello di recuperare una risorsa perduta, legata al territorio, alla manualità artigianale, all’arte, alla creatività e alla nostra storia. Tutti elementi che sono un po’ la ‘cifra’ di Urbino, i più ricercati da chi viene a visitare questa città. Il ‘Guado’ cerca di assecondare questa passione, e, al contempo, di valorizzare i nostri artigiani, restituendo loro uno spazio all’interno del centro storico: l’associazione promuove infatti capi di abbigliamento, scarpe, borse, ceramica, prodotti in legno, tutti prodotti dell’artigianato locale di utilizzo che raccontano la storia di questo territorio”.

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Dicembre 2016 08:08
 

MOTORE DI RICERCA

 51 visitatori online

I vantaggi per i soci Confesercenti

QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIE
Seguici su Facebook
da oggi puoi seguirci anche su Twitter

I Nostri Ristoranti

Campagna associativa 2018

Festival Internazionale del Brodetto